Consigli per arredare una sala conferenze o una sala riunioni

Per piccole aziende la sala conferenze ha solitamente utilizzi molteplici. Può essere usata per sessioni di brainstorming o per meeting più lunghi dove i membri del team siedono assieme per definire la pianificazione strategica annuale. Sempre di più viene usata per videoconferenze tra l’azienda e i clienti, i partner o gli stessi dipendenti. Può infine avere funzioni sociali come ospitare feste di compleanno o altri festeggiamenti.

Che sia grande o piccola la sala riunioni è il biglietto da visita della tua azienda, spesso è il luogo dove si accolgono i clienti, dal vivo o in videoconferenza. E, si sa, la prima impressione è quella che conta. 

Come arredare al meglio una sala conferenze o una sala riunioni? 

La scelta dei materiali e dei colori è importantissima: deve distinguere la tua azienda dalla concorrenza, ma non deve distogliere l’attenzione dai contenuti che saranno veicolati durante la conferenza. La comodità poi è d’obbligo, quando si tratta di dover ospitare molte persone in un piccolo spazio durante meeting che si prolungano per diverse ore o per giorni. 

Per una piccola azienda che non vuole rinunciare ad avere una sala riunioni confortevole ed efficiente è indispensabile ottimizzare gli spazi: STF Sedie ti fornisce soluzioni a tutte queste bisogni.

Se devi scegliere l’arredamento più adatto per la tua sala riunioni STF ti mette a disposizione una vasta scelta di mobili per sala conferenze: 

  • Tavoli da riunione: realizzati con materiali di qualità, puoi scegliere tra i modelli statici e quelli richiudibili che ti permetteranno di allestire una sala riunioni in poco tempo anche se non disponi di spazi amplissimi. 
  • Sedie con tavoletta ribaltabile e sedie con scrittoio: tutte le nostre sedie per sale conferenze possono essere accessoriate con braccioli, imbottiture per aumentarne il comfort, e tavoletta scrittoio per permettere ai partecipanti di prendere appunti.
  • Sedie per la zona d’attesa o relax: una parte dello spazio della sala conferenze, o un ambiente adiacente può essere adibito a zona relax soprattutto se si prevedono diversi panel che si prolungheranno per tutta la giornata o in diversi giorni. STF offre una vasta gamma di poltroncine adatte a questa esigenza.

Gli usi che si possono fare di una sala riunioni sono diversi e ad ognuno corrisponde una diversa organizzazione dello spazio, i nostri tavoli e le nostre sedie possono essere adattati ad ogni uso che decidiate di fare della vostra sala conferenze: dalla talk frontale, al brainstorming, alla videoconferenza, alle presentazioni per i clienti.

Arredare una sala conferenza, scegliere la giusta forma dei tavoli e la corretta disposizione delle sedute è anche la chiave per un buon team building, cioè quell’insieme di strategie e tecniche che renderanno il tuo gruppo di lavoro più produttivo ed efficiente. 

Le tre principali disposizioni da poter dare alla vostra sala riunioni sono:

  • Il ferro di cavallo: ideale per i meeting di pianificazione annuale o per i resoconti periodici coi clienti
  • Il tavolo tondo o quadrato: non può mancare durante un brainstorming e le attività di team building: tutti sono sullo stesso livello e possono parlare liberamente
  • Il desk frontale: la classica disposizione della conferenza in cui c’è un solo oratore e tanti ascoltatori

Tutti i nostri mobili, inoltre, sono interamente prodotti in Italia, cosa che garantisce qualità dei materiali e accuratezza del design. Infine, rispettano la normativa antincendio vigente nei luoghi pubblici, sono realizzati in materiali ignifughi.

 Visita il nostro sito per avere maggiori dettagli su come ottimizzare il tuo spazio riunioni o conferenze. Richiedici un preventivo gratuito! 

Le basi

Innanzitutto è importante determinare la capacità massima della stanza, il numero maggiore di persone che possono partecipare alle riunioni. Se si vuole avere spazio per 32 persone ci sarà bisogno di una stanza con dimensioni di almeno 9 metri per 4 metri.

E’ probabilmente capitato a tutti di essere in riunione in una sala conferenze angusta e claustrofobica e di non vedere l’ora che finisca il meeting. Nell’ideare una sala conferenze bisogna essere sicuri che la stanza sia abbastanza ampia e che consenta ai partecipanti alla riunione di alzarsi e di muoversi liberamente. Un’altra cosa da considerare è quella di non mettere troppe sedie da conferenza intorno al tavolo, per non far sentire le persone a disagio stando gomito a gomito. Anche il comfort è un altro elemento da tener conto nella progettazione. In particolare le sedie dovrebbero essere spaziose e avere un supporto ergonomico per la schiena.

L’immagine aziendale

Potrebbero esserci persone esterne all’azienda che vengono nella sala riunioni o che partecipano in videoconferenza. In ogni caso, il design e l’arredo della stanza influenzerà il modo in cui viene vista l’azienda e quindi è necessario pensare all’immagine che si vuole veicolare. Fare attenzione ad utilizzare i colori e le forme affinché non siano troppo audaci, distogliendo l’attenzione dalla presentazione che si sta facendo. Optare per tavoli e sedie riunioni con un design lineare è probabilmente la scelta migliore.

L’efficienza

Nel progettare una sala conferenza bisogna tener conto che è di fondamentale importanza disporre nella stanza tutto ciò che serve per non costringere i partecipanti ad uscire.

  • Un telefono e delle porte dati.
  • Computer portatili, stampanti e fax.
  • Uno schermo o una tv.
  • Una lavagna con degli evidenziatori oppure una lavagna elettronica per salvare le informazioni in file digitali.

La configurazione di tavolo e sedie

Scegliere la tipologia e la disposizione del tavolo e delle sedie da riunione è il primo passo per rendere efficiente una sala conferenze. Si può scegliere per esempio tra tavoli a U o a V in modo da facilitare la collaborazione tra i partecipanti e in modo da consentirgli di alzarsi facilmente e di lasciare la stanza e rientrare.

Il comfort

Altra cosa che può essere di notevole importanza è quella di predisporre nella sala un tavolo buffet per servire bevande e snack e con uno spazio per tazze, bicchieri e posate. Anche un piccolo frigo eviterebbe ai partecipanti di uscire e rientrare per portare da bere o da mangiare.

Le videoconferenze

La progettazione dell’illuminazione in una sala conferenze è un passo cruciale, soprattutto se sono frequenti le videoconferenze.

L’ambiente dovrebbe essere uniformemente illuminato per minimizzare le ombre nelle immagini così che tutti i partecipanti possano vedere chiaramente. Per evitare di essere abbagliati dalla luce del sole, bisognerebbe scegliere una stanza senza finestre o con finestre piccole oppure adeguarsi con tende o tapparelle per oscurare la stanza. L’area di visuale della telecamera inoltre non dovrebbe essere sgombra di oggetti come quadri, piante o motivi particolari alle pareti che possano in qualche modo ridurre la qualità dei video.

Da tenere presente che anche l’audio può essere compromesso. Il riverbero infatti può interferire con la qualità dell’audio stesso. La soluzione è quella di mettere nella stanza dei pannelli fonoassorbenti da terra, a parete o a soffitto.

Infine, per quanto riguarda la disposizione del tavolo, un tavolo a U o a V permette a ogni partecipante di essere facilmente visibile in camera.

130 – la sedia ideale per sale conferenze e sale riunioni

La sedia impilabile e in alluminio 130 si distingue particolarmente per robustezza, leggerezza, confort e praticità. Indicata per un utilizzo in locali tipo sale riunioni e conferenze, sale ricevimenti, congressi e catering. Struttura interamente realizzata in lega di alluminio UNI 5076. Sedile, schienale e controschienale in legno multistrati. Imbottitura sedile in poliuretano schiumato, sagomato indeformabile. Possibilità di rivestimenti in ecopelle, tessuti o velluti con Omologazione Classe 1IM.
100% MADE IN ITALY.
Accessori: Agganci, tavoletta scrittoio

TP70R – un tavolo ideale per sale congressi

Progetto di tavoli ribaltabili, tavoli pieghevoli e tavoli fissi. Un unico design per una gamma che interpreta la richiesta di versatilità e mobilità degli spazi moderni. La versione ribaltabile ha un deciso carattere innovativo grazie all’unico comando di sblocco, che permette ad un singolo utente di movimentare tavoli di grandi dimensioni. La versione pieghevole offre contemporaneamente design e praticità e permette un maggior recupero dei volumi. La versione fissa completa la gamma e si caratterizza per il design essenziale e rigoroso. Le tre versioni sono proposte con finitura a polvere epossidica bianca, antracite, alluminio o nera e offrono molteplici  standard dimensionali. Accessorio indispensabile per il collegamento tra i piani è un particolare aggancio in poliammide.

Versione ribaltabile
Un unico comando di sblocco, che permette ad un singolo utente di movimentare tavoli di grandi dimensioni. Le componenti esterne del meccanismo sono in polipropilene color antracite. Il tavolo si blocca automaticamente in posizione da lavoro. I tavoli sono aggregabili per permettere un maggior recupero dei volumi.